PASOLINI E L’AFRICA, L’AFRICA DI PASOLINI

Autore: Trento Giovanna
Editore: MIMESIS
Collana: Mimesis
ISBN: 9788857500430
Pubblicazione: 30/10/2009

15,00

Disponibile (ordinabile)

COD: 9788857500430 Categorie: , , ,

Descrizione

Riferimenti all’Africa subsahariana, agli africani e alla loro diaspora affollano la vita e l’opera di Pier Paolo Pasolini, mescolando i piani dell’annotazione antropologica e dell’elaborazione letteraria. Le rappresentazioni dell’Africa e di tutto il Panmeridione nascono dall’attenzione di Pasolini verso il mondo contadino e dialettale italiano. Fondamentale in lui è la costruzione dell’altro’, sia specchio di sé sia altro-da-sé. Il tassello africano è essenziale, e permette di interrogare numerosi nodi tematici: la permanenza di una ‘cultura coloniale diffusa’ e del suo operante immaginario; le oscillazioni della nozione di ‘razza’, con l’acme della legislazione razzista negli anni Trenta; la forza resistenziale anticonsumistica esercitata dai valori panmeridionali; il peso simbolico assunto dai processi di decolonizzazione; lo svilupparsi nel Black Atlantic di un discorso afrocentrico; il ruolo centrale delle migrazioni Sud/Nord in epoca postcoloniale; l’impostazione dualistica della questione meridionale e il concetto di ‘altro intemo al Paese’; la coesistenza di letture. ‘ufficiali’ e ‘sentimentali’ di Antonio Gramsci. E se quest’ultimo avrà un ruolo chiave per la nascita di cultural studies e postcolonial studies, Pasolini non è stato da queste aree di studio preso in considerazione, laddove il suo lavoro, sebbene ambivalente e non privo di tratti orientalisti, ci difende sempre da manicheismi e semplificazioni.