MEDITERRANEO AL TEMPO DI AL-IDRISI, IL

Editore: Edizioni Di Storia E Studi Sociali
Collana: Mediterraneo E Storia
ISBN: 9788899168247
Pubblicazione: 28/12/2017

16,00

Disponibile (ordinabile)

COD: 9788899168247 Categorie: ,

Descrizione

Il XII secolo, in cui visse al-Idris, fu un tempo segnato da grandi cambiamenti. Nell’Occidente latino continuavano a scontrarsi il Sacro romano impero e papi, divisi radicalmente sul nodo storico della primazia, cioè su chi dovesse occupare la posizione più alta nel regno delle cose. In numerose aree, specie quelle più direttamente mediterranee, si consolidava la sfida dei Comuni e delle già potenti Repubbliche marinare, in grado di generare rivoluzioni paradigmatiche nella vita sociale e civile, con l’ascesa di nuovi ceti borghesi, mentre i progressi tecnico-manifatturieri e mercantili che ne costituivano il fondamento materiale, quando la lunga stagnazione economica dell’Europa latina era ormai largamente superata, creavano le condizioni per ulteriori avanzamenti. E in questo orizzonte, il Mediterraneo, l’area di maggiore sedimentazione storica delle relazioni tra Oriente e Occidente, veniva investito da movimenti e processi di varia natura. Era il tempo delle spedizioni militari in Libia, nei luoghi originari della Cristianità, ma era tempo anche di contaminazioni culturali, di dialogo tra saperi. Era il tempo di Averroè e di Maimonide in Spagna. Fu il secolo in cui la Toledo castigliana diventava la fucina di una grande impresa intellettuale, quella delle traduzioni, che consenti dall’Occidente latino d’impadronirsi del sapere arabo e di gran parte del sapere greco tradotto dagli arabi. Si può parlare quindi di un secolo di svolta, in cui la grande depressione in Europa era ormai un lontano ricordo, di un secolo, in definitiva, che non guarda più indietro, ma soprattutto in avanti.’