HARAMACY

Curatore: Zahed, Sultan
Editore: Unbound
ISBN: 9781800181328

13,74

Disponibile su ordinazione

COD: 9781800181328 Categorie: , ,

Descrizione

Affrontando argomenti precedentemente lasciati inespressi, questa antologia offre agli scrittori uno spazio per esplorare idee che le organizzazioni tradizionali trascurano. Concentrandosi sulle esperienze di dodici scrittori del Medio Oriente e dell’Asia meridionale, i saggi esplorano visibilità, invisibilità, amore, forza e razza, dipingendo un quadro di cosa significa sentirsi fratturati, sia nel Regno Unito che a casa. Apprezzando sia il patrimonio che la patria adottiva, l’antologia mette in luce le varie sfumature che compongono la nostra società.

Il titolo, Haramacy, è una fusione della parola araba “haram”, che significa indecente o proibito, e la parola inglese “farmacia”, che implica uno spazio sicuro e affidabile che prescrive l’antidoto ai disturbi causati da problemi sociali intersezionali. Il libro presenta contributi di romanzieri, giornalisti e artisti tra cui Aina J. Khan, Ammar Kalia, Cyrine Sinti, Joe Zadeh, Kieran Yates, Nasri Atallah, Nouf Alhimiary, Saleem Haddad e Sanjana Varghese, oltre a saggi degli editori Dhruva Balram, Tara Joshi e Zahed Sultan.